Turismo a Sestri Levante

visita il sito turistico di sestri levante
esplora il calendario eventi di sestri levante

presenta richiesta per un evento

Il piano di sostegno alle fragilità, intensificato durante la diffusione della pandemia da Covid-19, è una dimensione che si fonda su una solida rete di collaborazione fra ente, volontari e associazioni attive sul territorio. La priorità è di dare supporto, attraverso pacchetti di azioni concrete, ai cittadini che vivono in situazioni di difficoltà economica o disabilità.

Il 15 novembre 2019 è stato organizzato un percorso partecipativo a supporto della programmazione delle politiche sociali dell'ente con la finalità di dar voce ai soggetti coinvolti su queste tematiche: tecnici, forze dell’ordine, asl, carcere, patronati e sindacati, ma anche a tutte le forme associative del territorio per un confronto sulla situazione attuale delle politiche sociali e sulle esigenze del territorio, facendo emergere temi e necessità sui quali l’amministrazione stava già lavorando e sui quali rafforzerà il proprio intervento.

Fra le azioni attive nel territorio comunale, ricordiamo:

Gli appartamenti didattici

Nonostante siano terminati i finanziamenti ministeriali, l’Amministrazione ha deciso di portare avanti l’azione di sostegno intrapresa con l’associazione Aperta Parentesi, affidandole l’alloggio in via Raffo per altri 3 anni con l’obiettivo di dare continuità al percorso avviato da un gruppo di giovani disabili e ampliarlo mediante il coinvolgimento di persone affette da patologie psichiche con la collaborazione delle associazioni di riferimento.

I ragazzi frequentanti sono un decina e si alternano in attività propedeutiche alla vita in autonomia: per tre di loro, è attualmente in corso la progettazione di un ulteriore percorso finalizzato a una vera e propria autonomia abitativa che prevede di dare loro supporto in un tentativo di convivenza in un appartamento comune.

Cohousing e custodi di quartiere

Sono 3 gli appartamenti oggi di cohousing utilizzati per la convivenza di persone con diverse problematiche che reciprocamente si sostengono, uno occupato da uomini e due da donne. Un quarto verrà ulteriormente convertito per essere destinato a soggetti misti tra cui persone con una lieve compromissione dell’autonomia legata anche all’avanzare dell’età. Una iniziativa resa possibile grazie al supporto delle associazioni.

Inoltre sono stati ristrutturati ed assegnati in via temporanea per urgenze abitative quattro alloggi nel complesso delle Casette Rosse, di cui uno per disabili. I destinatari di questi spazi sono divenuti, in collaborazione con l’ATS che gestisce il complessi così denominato, dei custodi di quartiere, attivandosi per il mantenimento degli spazi verdi in esso presenti e garantendo il servizio di vigilanza serale. Tale esperimento permette di incentivare il senso civico di cittadini che, seppur in difficoltà, possono, a fronte dell’utilizzo di una risorsa pubblica, restituire parte di quanto ricevuto sotto forma di lavori per la città.

Sono inoltre presenti due alloggi collocati in frazione Loto, anch’essi recuperati e ristrutturati, assegnati a uomini soli, in particolare padri separati: si tratta di alloggi a basso canone di locazione per permettere ai locatari di poter disporre di una sistemazione per il periodo di tempo necessario a trovare un alloggio definitivo adeguato alle loro disponibilità economiche.

La casa e il sostegno al reddito

Non è stato possibile proseguire al momento l’esperimento dell’agenzia per la casa stante l’indisponibilità di ARTe.

Sono stati erogati contributi per le spese abitative nell’anno 2018 e nel 2020 è stato nuovamente aperto il bando a sostegno delle locazioni con fondi regionali, quest’ultimo in sostegno di 184 famiglie. Inoltre è attivo, con apertura indefinita, il bando per le morosità incolpevoli, sia relativamente al periodo di lockdown, che ordinario, grazie al quale sono stati erogati, nel solo 2020, 30 contributi per un totale di oltre 40.000€.

Il lavoro costante dell’Amministrazione è finalizzato al recupero degli alloggi sfitti per poter procedere secondo graduatoria alle assegnazioni: viene infatti bandito annualmente l’avviso per le case di edilizia residenziale pubblica a cui si accompagna lattività di controllo effettuata dagli uffici al fine di poter rilevare eventuali usi impropri degli alloggi, ma anche appartamenti sfitti per i quali interloquire con Arte affinché li renda disponibili dopo gli opportuni interventi di manutenzione.

Inclusione sociale e lavorativa

Prosegue l’attenzione alla partecipazione a progetti che prevedano come finalità l’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate. Al via nel 2021 una nuova edizione del progetto che ha già interessato il nostro territorio, RE-AGIRE, che permetterà di candidare soggetti deboli ed in difficoltà per percorsi mirati non solo di lavoro, ma anche di apprendimento delle dinamiche del lavoro: un aspetto importante e fondamentale per potersi collocare oggi utilmente in un mercato saturo e molto orientato alla produzione e all'efficienza.

Prosegue, inoltre, la collaborazione sia con il carcere per il lavoro con i detenuti, sia con gli uffici dell’esecuzione penale adulti e minori per l’impegno di questi soggetti in lavori socialmente utili. Sono otto le persone così accolte negli ultimi due anni, considerato che durante il Covid gli inserimenti sono stati sospesi per legge.

Trasporto disabili e trasporto sociale anziani. Condivisione dei mezzi

I servizi sociali sono dotati di un nuovo mezzo, donato dall’associazione Progetti del Cuore, dotato di pedana per il trasporto dei disabili. Inaugurato a giugno 2021, verrà utilizzato dai soggetti del territorio che si occupano di anziani e disabili, sia per facilitarne l’accesso ai centri di socializzazione sia per accompagnamenti sociali e sanitari per i quali il servizio sanitario non riconosce il trasporto gratuito. Questo ultimo servizio verrà svolto a favore dei soggetti con difficoltà economiche.

Distribuzione domiciliare del centro unico dei pasti

Attualmente al vaglio la progettazione di un nuovo polo dell’economia circolare che avrà non solo l’obiettivo di creare uno spazio di distribuzione ma darà anche la possibilità di istituire un nuovo spazio riservato al mercato, dove le persone possano andare a fare la spesa con i punti assegnati dai servizi sociali in totale autonomia.

È in corso, inoltre, un’iniziativa in cooperazione con i soggetti del territorio che si occupano di sostegno ai nuclei fragili per iniziare a mappare le realtà che potrebbero donare le eccedenze alimentari in modo da organizzarne la raccolta e la ridistribuzione. Un’iniziativa che permetterà di creare una rinnovata sinergia tra il centro di distribuzione unico e la realtà del volontariato.

Link Utili

app comunicare


Albo Pretorio


Amministrazione trasparente


whistleblowing


Esercizio del potere sostitutivo


SPID


youpol


Numero Anti Violenza e Stalking


Imposta di soggiorno


mediaterraneo


stella polare


comuni ciclabili


rete dei comuni sostenibili


Sestri Levante Capitale della Cultura 2024