Skip to Content

Monitoraggio fenomeno geologico Villa Rocche

Si elencano di seguito brevemente i vari monitoraggi e studi che dal 2005 hanno interessato il fenomeno geologico in località Villa Rocche, caratterizzato da falesia a distacco.

Il monitoraggio del fenomeno geologico in loc. Villa Rocche è iniziato nell’anno 2005, a seguito di incarico professionale, affidato dall’Amministrazione Comunale di Sestri Levante con Deliberazione della Giunta Comunale n. 464 del 30/12/2004, per la redazione di uno studio geologico-geotecnico preliminare. Nell’ambito di tale monitoraggio sono stati eseguiti i seguenti studi geologici: esecuzione di un sondaggio a carotaggio continuo; esecuzione di prove in foro SPT; monitoraggio inclinometrico (per un periodo di sette mesi).
Successivamente nel 2007 a seguito di incarico professionale affidato dalla Comunità Montana Val Petronio (atto n. 04/07) è stata effettuata un’indagine geologico-strutturale sulla parete rocciosa in località Villa Rocche, volta ad integrare il monitoraggio inclinometrico eseguito nel corso del 2005.

I principali risultati delle indagini geologiche suddette sono stati:

1. la testa della tubazione inclinometrica ha subito complessivamente un movimento di circa 3 mm, con direzione predominante Est-Sud/Est. I movimenti più rilevanti, dell’ordine di un millimetro, si verificarono alle profondità di 2/3 metri verso Est-Sud/Est e di 5/6 metri con direzione circa Est.

2. l’indagine in parete ha messo in evidenza che i fenomeni di instabilità del versante sono riconducibili al cinematismo delle piccole frane in roccia ed al crollo di singoli blocchi rocciosi.

Successivamente a fine 2007 è stato elaborato dal tecnico incaricato dalla Comunità Montana Val Petronio un progetto preliminare relativo alle “Opere di consolidamento del versante in loc. Villa Rocche” che prevedeva in sintesi la realizzazione di una berlinese di micropali e tiranti, una regimazione delle acque di scorrimento superficiale, e il rivestimento della scarpata con geostuoie antierosione.

Tale progetto è stato inserito nel Piano degli Interventi della Difesa Suolo della Provincia di Genova, prima (fino al 2008) su richiesta della Comunità Montana e in seguito su richiesta del Comune.

La Regione Liguria ha valutato tale richiesta di finanziamento, alla luce delle relative delibere regionali per la progettazione di interventi di difesa suolo, non ammissibile per inadeguatezza dei contenuti progettuali in relazione alla rilevanza dell’intervento e ha pertanto richiesto integrazioni e approfondimenti.

Successivamente a seguito di sopralluoghi effettuati con i tecnici e gli Amministratori della Regione Liguria (Protezione Civile e Difesa Suolo), Provincia di Genova (Difesa Suolo) e del Comune di Sestri Levante nell’arco del 2010, La Regione Liguria con DGR 717/2010 ha concesso al Comune di Sestri Levante il finanziamento per effettuare un monitoraggio del fenomeno geologico (con durata prevista di due anni), al fine di definire le problematiche geomorfologiche e quindi rivedere la progettualità.

Tale finanziamento è stato impiegato (Determinazione Dirigenziale n. 2010/2010) per l’incarico professionale a Geologo, per lavori di perforazione suborizzontali, e per la  fornitura e installazione della seguente strumentazione di misura (per i dettagli si rimanda alla relazione “Installazione sistema di monitoraggio” allegata):

• n. 7 fessurimetri
• n. 2 sonde di temperatura
• n. 2 estensimetri a filo
• n. 2 inclinometri fissi
• n. 1 estensimetro a 2 basi
• n. 1 estensimetro a 3 basi
• n. 1 pluviometro
• controllo batteria

Tale monitoraggio, a seguito della predisposizione e installazione degli strumenti, è iniziato l’11 novembre 2010 ed è stato interrotto nel 2014 a seguito dell'inizio dei lavori di sistemazione del versante (quadro economico dei lavori € 300.000,00 finanziati al 70% dalla Regione Liguria e al 30% dal Comune di Sestri Levante), che hanno previsto i seguenti interventi:
• in corrispondenza del perimetro della piazzetta è stata realizzata una “berlinese” formata di micropali e tiranti, collegati da un cordolo in cemento armato;
• sul fronte roccioso è stata eseguita una maglia di chiodature tipo Dywidag;
• in aderenza alla parete rocciosa è stata applicata una rete metallica a doppia torsione fissata con funi d'acciaio e ancoraggi.
Successivamente alla conclusione dei lavori, nel mese di maggio 2016 la strumentazione è stata oggetto di lavori di manutenzione quali: sostituzione di un sensore di spostamento, riparazione e sistemazione dell'unità di acquisizione dei dati (upgrade firmware, sostituzione scheda switch, sostituzione modem), cablaggio con nuovo cavo elettrico. Tali operazioni si sono rese necessarie a seguito delle lavorazioni specifiche eseguite sul versante che hanno inevitabilmente cagionato il corretto funzionamento della strumentazione di misura esistente.
Con Determina Dirigenziale n. 874 del 13/05/2016 è stato pertanto affidato l'incarico ad un geologo per la prosecuzione del monitoraggio per la durata di un anno (da giugno 2016 a maggio 2017).

Le misurazioni vengono effettuate in continuo ogni 6 ore. Mensilmente viene elaborato il rapporto di misura.

Inoltre con Deliberazione di Giunta Comunale n. 187 del 21/07/2011 è stato approvato il “Piano di Coordinamento in caso di superamento delle soglie di allarme”, elaborato dal tecnico geologo incaricato.
 

data ultimo aggiornamento: 09.01.2017 (redazione web)